“Nulla dies sine linea”: it is the motto that Pliny the Elder would surely have used to describe Mara’s curious and analytic personality.
She is an Art History teacher and after her first training experience as a designer at the Marangoni Institute in Milan, she attended the “L.A.B.A” Academy of Fine Arts in Brescia, graduating  “cum laude” with a thesis titled ” The Mandala as  image of the whole, the Universal in Mondrian’s work. ”

In addition to a wide  experience in engraving and artistic craftsmanship fields (she realized the stained glass windows in the Vienna Rudolfstiftung Chapel), she has a wide production in visual arts and visual poetry with several exhibitions: Printing Museum in Soncino, San Zenone Gallery in Brescia, Hotel de Paris in Montecarlo, Politeama Theater in Palermo,  Diocesan Museum in Milan, Panathlon Médiathèque in France,  Marktbreit Malerwinkelhaus in Germany. She also produced for Alberto Casiraghi’s Publishing “Pulcinoelefante”; with the work “Ritratti” she also received the recognition by the jury of “Felice Casorati Award”.

She approached the illustration world by attending several workshops with internationally renowned masters: the most important for her formation have been the meetings with Javier Zabala and Katsumi Komagata.
As concerns her brimming passion for ancestral and archetypal figures, Mara declares  she has been inspired  by that period of  history when the image was used as a writing. Always in search of extreme synthesis she has a determined graphic world, she creates definite shapes and sophisticated compositions with a palette which is  either delicate or  rich in vigorous textures.

In addition to “Giorgina” (published by Temperino Rosso) and “Sherlock Holmes and the case of the missing rhino” (exhibited at the MAG of Riva del Garda at the Fairy tale event), among the most important projects realized by Mara, there is the ambitious illustration project of the Gospel of John, presented during the Montinian Weeks in Concesio (where Pope Paul VI was born), with the preface of Monsignor Giacomo Canobbio.

It should also be remembered that his illustrations inspired by the character “Manoel De Oliveira” were pre-selected by the ILUSTRARTE jury in the 2018 edition.


“ Nulla dies sine linea ”: è il motto che Plinio il Vecchio sicuramente avrebbe utilizzato per presentare la personalità curiosa e analitica di Mara. Docente di Storia dell’Arte, dopo una prima esperienza di formazione come designer, presso l’Istituto Marangoni di Milano, frequenta l’Accademia di Belle Arti “L.A.B.A.” di Brescia diplomandosi “cum laude”, con la tesi dal titolo “Il Mandala come immagine del tutto, l’Universale nell’opera di Mondrian”.

Oltre ad una vasta esperienza nel campo dell’incisione e dell’artigianato artistico (sua la realizzazione delle vetrate nella Cappella dell’Ospedale Rudolfstiftung di Vienna), vanta un’ampia produzione in quello delle arti visuali e della poesia visiva: numerose le esposizioni sia personali che collettive, tra cui spiccano quelle presso il Museo della Stampa di Soncino, la Galleria San Zenone all’Arco di Brescia, l’Hotel de Paris di Montecarlo, il Teatro Politeama di Palermo, il Museo Diocesano di Milano, la Médiathèque di Panazol in Francia, la Malerwinkelhaus di Marktbreit in Germania. Inoltre ha stampato alcuni Pulcini per la Casa Editrice Pulcinoelefante di Alberto Casiraghy e con l’opera “Ritratti” è stata segnalata dalla giuria del “Premio Felice Casorati”.

Si avvicina al mondo dell’illustrazione partecipando a diversi workshop con maestri di fama internazionale: determinanti per la sua formazione saranno gli incontri con Javier Zabala e Katsumi Komagata.

Una passione per le figure ancestrali ed archetipiche, Mara si dichiara debitrice a quella parte della storia in cui l’immagine è utilizzata come scrittura: sempre alla ricerca di estrema sintesi, possiede un mondo grafico deciso, crea forme definite e composizioni raffinate, con una tavolozza talvolta delicata, oppure ricca di vigorose texture.

Oltre a “Giorgina” (pubblicato dalla Casa Editrice Temperino Rosso) e “Sherlock Holmes e il caso del rinoceronte scomparso” (esposto al MAG di Riva del Garda in occasione della manifestazione Notte di fiaba), tra i più importanti progetti realizzati da Mara l’ambizioso lavoro di illustrazione del Vangelo secondo Giovanni, presentato alle Settimane Montiniane di Concesio (dove ebbe i natali Papa Paolo VI), con la prefazione di Mons. Giacomo Canobbio.

Da ricordare inoltre che le sue illustrazioni ispirate al personaggio “Manoel De Oliveira” sono state pre-selezionate dalla giuria di ILUSTRARTE nell’edizione 2018.

 

 

agosto 5, 2018